Vietnam

DESCRIZIONE

Il Vietnam, con le sue bellezze naturali e artistiche e la profonda spiritualità del suo popolo, è in grado di regalare emozioni uniche a chi decide di visitarlo.
Visitare il Vietnam significa attraversare differenti realtà, dal traffico caotico di città come Hanoi, alle suggestive 2000 isole della baia di Halong, dalla maestosità delle tombe imperiali di Hue, alla religiosità che si respira a My Son nel vasto complesso di monumenti religiosi, dallo shopping nelle numerose botteghe artigiane che popolano gli animati vicoli della Città Vecchia di Hoi An, al lento scorrere del tempo nei villaggi e nei mercati del Delta del Mekong.
La Baia di Halong, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, rappresenta una tappa obbligata in un viaggio in Vietnam. Il modo migliore per apprezzarne l’atmosfera è quello di pernottare una notte a bordo di una giunca, avendo quindi la possibilità di gustarsi un indimenticabile tramonto e, soprattutto, di vivere il risveglio di un nuovo giorno. Per chi volesse abbinare qualche giorno di mare, Nha Trang, capitale balneare del paese, rappresenta una delle possibili soluzioni insieme all’isola di Phu Quoc, orlata di spiagge di sabbia bianca.

DOCUMENTI: passaporto necessario con validità residua di almeno 6 mesi, e l’invitation letter. Per il visto, che si ottiene all’aeroporto di arrivo, è necessario portare con sé 2 fototessere e compilare un modulo. Il costo da pagare in loco è di USD 45 per la singola entrata.

VIAGGI ALL’ESTERO DI MINORI: dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio.

INFORMAZIONI SANITARIE: nessuna vaccinazione obbligatoria è richiesta attualmente. Si può sentire il proprio medico di fiducia per una eventuale profilassi antimalarica. E’ consigliabile attenersi alle normali precauzioni per quanto riguarda le bevande e il cibo e di portare medicinali contro la dissenteria e le infezioni intestinali

FUSO ORARIO: + 5 quando è in vigore l’ora legale. + 6 ore rispetto all’Italia durante l’ora solare.

LINGUA: la lingua ufficiale è il Vietnamita. Sono diffusi anche l’Inglese ed il Francese.

VALUTA: la valuta locale è il Dong. I dollari USA costituiscono la seconda valuta nel paese e vengono accettati ovunque. E' comodo averne anche di piccolo taglio così da evitare problemi di resto. Si Raccomanda di cambiare piccole somme per volta, poiché i Dong eventualmente rimasti non si potranno più riconvertire. Le carte di credito sono accettate nella maggior parte degli alberghi, ristoranti in quasi tutti i negozi di souvenir.

TELEFONO: per chiamare l'Italia occorre comporre lo +39 seguito dal prefisso della città italiana con lo zero iniziale e infine il numero desiderato. Per chiamare il Vietnam dall'Italia, prefisso internazionale +84 seguito dal prefisso della città senza lo zero e infine il numero: Attenzione alle tariffe se chiamate dall'albergo. Tutti i telefonini GSM sono abilitati.

ELETTRICITÁ: 220/240 volt. Si consiglia di portare un adattatore per le prese di tipo americano.

BAGAGLIO: le compagnie aeree non applicano tutte la stessa franchigia bagaglio da stiva, pertanto consigliamo di controllare su ciascun biglietto qual è il peso massimo consentito, ed adeguarsi a quello inferiore. E' importante che sul bagaglio venga messa un'etichetta con nome, cognome e indirizzo del proprietario in modo che sia di facile identificazione. Bagaglio, passaporti e denaro vanno custoditi con la massima attenzione, soprattutto negli aeroporti, negli alberghi e durante visite ed escursioni in luoghi particolarmente affollati.

CLIMA: si può suddividere in 2 stagioni: la stagione secca va da Ottobre ad Aprile e gode di un clima non troppo caldo, ad eccezione del nord dove la temperatura può scendere a Gennaio e Febbraio sino a 7 gradi; una stagione umida da Maggio ad Settembre, con temperature elevate ed acquazzoni.

BA BE
Istituito negli anni novanta e caratterizzato da un paesaggio meraviglioso, con montagne, grotte, vallate e rigogliose foreste, il Parco Nazionale di Ba Be è una riserva naturale in cui vivono più di 500 specie di piante, numerosi animali, e oltre 200 specie di volatili. Il parco, il cui nome significa “tre baie” è costituito da tre laghi collegati; per visitarlo nella sua interezza è possibile intraprendere un’escursione durante la quale si può visitare la Grotta di Puong, in cui si dice vivano numerosi pipistrelli, la Pagoda An Ma, che sorge su un’isola in mezzo al lago, e il Thac Dau Dang, piccole cascatelle che sgorgano da pareti di roccia. All’interno del parco è possibile anche fare trekking e camminate, oltre che muoversi in bicicletta.

BAC HA
Tipica cittadina di montagna orientale, Bac Ha conserva ancora quello spirito locale che l’ha caratterizzata nel corso della storia: ogni domenica, ad esempio, il mercato della città si riempie di venditori e clienti, in un mix di profumi e colori unico al mondo. Alla periferia di Bac Ha si trova un palazzo molto particolare, chiamato Vua Meo, realizzato con uno stile architettonico simile al “barocco orientale”; si tratta di un edificio che coniuga lo stile delle chiese esotiche a quello dei tipici castelli francesi. Nei dintorni della cittadina sorgono numerosi villaggi molto caratteristici che possono essere visitati per entrare in contatto con la vita dei loro abitanti.

CAI BE
Con il suo affollatissimo mercato, Cai Be vale sicuramente una visita, se non altro per la particolare modalità con cui si svolge: centinaia di barche di commercianti che espongono i propri prodotti galleggiando nel fiume Mekong. Già dalle prime ore del mattino il mercato è invaso da venditori e clienti: i primi cercano di attirare a gran voce i secondi, che si avvicinano con barche più piccole, in modo da poter navigare meglio, passando attraverso le imbarcazioni più grosse. L’atmosfera di Cai Be è unica al mondo, resa ancora più particolare dalla cattedrale cattolica che sorge sulle rive del fiume, meta di numerosi turisti.

CAI RANG
È una delle più spettacolari città del Vietnam, è situata sul delta del fiume Mekong ed è famosa per il suo mercato galleggiante che è il più grande di tutto il delta. L’acqua sembra scomparire sotto gli scafi delle barche più grandi dei venditori e quelle più piccole di chi si reca già di primo mattino al mercato Cai Rang. Questo evento offre un importante spaccato della vita quotidiana vietnamita. La barca, infatti, è una seconda casa per loro, personalizzata spesso con un buffo volto dipinto e sempre attrezzata per ogni evenienza: stoviglie, semplici amache per la siesta, vestiti o panni appesi son sempre ben visibili. All’appuntamento del mercato quotidiano partecipa tutta la famiglia: genitori con figli, nonne con nipoti, marito e moglie indaffarati a remare per spostarsi in una nuova area da esplorare.

CAN CAU
È una località nota per il piccolo e coloratissimo mercato che si svolge il sabato, interessante a livello mondiale perché qui potrete incontrare le etnie più diverse. Durante il giorno di apertura un’ampia varietà di oggetti verranno offerti da uomini, vecchi, bambini e donne in abiti tipici: dalle scarpe cinesi ai polli vivi, dalle spezie alle matasse di lana, dalle orchidee alla carne di bufalo. È il luogo ideale per fare fotografie e assaporare da vicino la cultura vietnamita.

CAN THO
Paragonabile ad una vera e propria metropoli, Can Tho è una città molto attiva, dal punto di vista economico, commerciale ma anche turistico: caratterizzata da ampi viali, giardini curati e meravigliosi edifici, ogni visitatore potrà apprezzare appieno le sue bellezze culturali e storiche. Tra le principali attrattive di Can Tho si trova il Tempio di Ong, edificato intorno alla fine del XIX secolo e dedicato alla divinità della giustizia, e il Museo della città, che racconta la storia locale e le sue tradizioni. Di notevole importanza anche la pagoda di Munirensay, decorata secondo lo stile tipicamente khmer: fu costruita nel 1946 come luogo di culto proprio per questa comunità presente a Can Tho.

CHAU DOC
Chau Doc colpisce soprattutto per l’agglomerato di etnie e culture diverse, quella cinese, quella cham e quella khmer, ben evidente nella presenza di diversi edifici religiosi, tra cui templi, come quello di Chau Phu, eretto nel 1926 e decorato in stile cinese e vietnamita, chiese e moschee, come quella di Chau Giang e di Mubarak, accessibile ai visitatori ma non nei momenti di preghiera. La cittadina offre anche l’opportunità di effettuare escursioni in barca verso i villaggi cham, oltre che visitare i suoi vivaci mercati e il lungofiume. Uno dei siti più interessanti di Chau Doc è un meraviglioso parco realizzato in stile inglese, con prati e sentieri ideali per fare delle passeggiate, oltre che ammirare sculture e fontane.

CON DAO
L’arcipelago di Con Dao include 16 isole situate al largo del sud del Vietnam. Molte isole dell’arcipelago sono diventate parco nazionale nel 1984 ed ospitano varie specie protette come la tartaruga verde e il dugongo. In collaborazione con il WWF vengono anche protette specie vegetali come le mangrovie. Con Dao è un vero paradiso dalle lunghe spiagge bianche e acque cristalline e ospita l’unica struttura a 5 stelle dell’isola.

DANANG
Città moderna ed evoluta, Danang è un centro industriale molto attivo, con poche ma significative attrazioni culturali e storiche: tra queste vi sono il Museo di Scultura Cham, che ospita una delle più belle collezioni di sculture cham, e il Tempio Cao Dai, l’edificio caodista più grande in Vietnam. Anche la Cattedrale della città suscita sempre un forte interesse nei viaggiatori: realizzata nel 1923 per i residenti francesi, è caratterizzata da mura rosa e accoglie una comunità cattolica. Oggi come allora, Danang è il principale porto del Vietnam, sostituitosi a Hoi An nel XIX secolo; inoltre, la città gode di una vitale economia ed è presieduta da un governo che punta all’innovazione.

DIEN BIEN PHU
Un tempo piccolo insediamento di scarsa importanza, Dien Bien Phu divenne ufficialmente una cittadina nei primi anni novanta e da quel momento fu arricchita con edifici e ampi viali. Oggi, vi sono diverse attrazioni da ammirare, a cominciare dal Museo della città, che ripercorre le tappe principali della battaglia che si svolse nel 1954 contro le forze coloniali francesi che furono sconfitte. In occasione del trentesimo anniversario di questo evento storico, fu edificato un monumento commemorativo in onore delle vittime, sia locali che europee. Nonostante la stessa Dien Bien Phu sorga in una landa desolata e arida, il paesaggio che la circonda lascia sempre senza fiato i suoi visitatori e merita sicuramente di essere ammirato.

HAI PHONG
Importante centro portuale e commerciale del Vietnam, la cittadina fu per anni la principale base navale dell’Indocina nel corso dell’occupazione francese. Oggi è una località allegra e frizzante, con edifici coloniali e viali alberati che creano una tranquilla atmosfera sia per i visitatori che per i locali. Tra le attrazioni visitabili in questa città si ricordano il Museo, che racconta la storia di Hai Phong dalla sua fondazione ad oggi, la Pagoda Du Hang, capolavoro di architettura vietnamita, e la Cattedrale della Regina del Rosario, rinnovata nel 2010 e testimonianza della antica presenza coloniale. Qui è presente anche uno sfarzoso teatro dell’opera, caratterizzato da una facciata con colonne bianche in tipico stile neoclassico.

HALONG
“Dove il drago scende in mare” è il significato del nome della Baia che ospita più di 2000 isole calcaree meravigliose che, emergendo dall’acqua, danno vita ad uno spettacolo unico: secondo la leggenda, infatti, esse sarebbero state create da un enorme drago che viveva sulle montagne circostanti. Questi luoghi, ammirabili a bordo di tipiche imbarcazioni locali, suscitano un notevole interesse come le grotte che sorgono proprio sulle isole, con nomi diversi a seconda della loro conformazione: tra queste si ricordano la grotta della sorpresa e quella del tamburo. Porta di accesso a queste meraviglie naturali è Halong City, anche se quest’ultima contrasta con la serenità e la pace della baia: in città infatti il caos urbano domina sopra ogni altra cosa e il turismo è incentrato sul divertimento soprattutto notturno.

HANOI
Vivacità e trasformazione continua contraddistinguono la capitale, il cui quartiere vecchio ne rappresenta la storia e conserva le tracce di un passato millenario; sviluppatosi lungo il fiume Rosso (Song Hong), è diventato ben presto un centro commerciale molto importante, con strette viuzze sempre affollate di commercianti in cerca di affari. Un’ attrazione che suscita sempre molto interesse è il Mausoleo di Ho Chi Minh, forse il più sacro di tutti i luoghi vietnamiti e per questo meta di pellegrinaggio molto ambita, così come la Pagoda a pilastro unico, eretta dall’imperatore Ly Thai Tong in segno di riconoscimento verso la dea della misericordia che gli concesse la grazia di un erede. Da non perdere, tra edifici e monumenti storici, il meraviglioso Tempio della Letteratura, costruito in omaggio a tutti gli studiosi e letterati della nazione e per questo sede in origine della prima Università del Vietnam.

HOIAN
Il suo centro storico, ricco di templi ed edifici, gode di una posizione meravigliosa ed è il cuore di Hoian. Grazie alla sua bellezza, Hoian è stata dichiarata patrimonio del’umanità da parte dell’Unesco alla fine degli anni novanta. Uno dei simboli moderni di Hoian è il Ponte Coperto Giapponese, in grado di resistere ai terremoti, con decorazioni in continuo mutamento ma sempre fedeli al progetto originario giapponese. Una delle principali attrazioni della città è il Museo del commercio e della ceramica, che custodisce oggetti in legno provenienti dall’Asia e che racconta la storia della costruzione della città vecchia. Pur essendo una città sviluppata, Hoian preserva in maniera intatta le sue tradizioni e le sue usanze, creando così un piacevole contrasto tra vecchio e nuovo.
HUE
Tra templi, pagode, tombe e palazzi, la cittadina di Hue rappresenta il connubio perfetto tra tradizione e modernità, un luogo dove la bellezza del passato sopravvive al caos del presente, nonostante la maggior parte degli edifici siano stati distrutti durante la guerra del Vietnam contro l’America. La posizione di Hue, lungo il Fiume dei Profumi, rende questa città ancora più affascinante e misteriosa, contraddistinta da edifici moderni che si contrappongono a monumenti antichi e residenze di epoca coloniale. È soprattutto la cittadella il sito più importante di Hue, la cui costruzione fu portata a termine del giro di 30 anni; al suo interno si trovano diverse attrazioni, come, ad esempio, la Torre della Bandiera, la Fortezza di Mang Ca e i Nove Cannoni Sacri, che proteggono l’intero edificio e simboleggiano i cinque elementi della terra.

MYSON
Un meraviglioso complesso monumentale, diventato importante sito religioso nel IV secolo e costituito da numerosi templi dedicati ai diversi monarchi del regno champa; a causa dei numerosi saccheggi che si sono succeduti nel corso del tempo, oggi non resta quasi nulla del gruppo originario di monumenti. Inserito alla fine degli anni novanta nella lista dei siti patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco, Myson è circondata da una lussureggiante vegetazione ed è sovrastato dal Monte Hon Quap (conosciuto come “tempio del dente di gatto”); all’interno di questo complesso si trovano gli Edifici della Mostra, con particolari iscrizioni in sanscrito. Nonostante la loro cattiva conservazione, il fascino dei templi risiede nelle rovine, accanto alle quali scorrono dei piccoli ruscelli che creano un’atmosfera molto particolare, quasi fiabesca.

SAIGON
Un tempo piccola città portuale conosciuta come Prey Nokor, venne ribattezzata Ho Chi Minh City nel 1975, quando fu espugnata dalle forze del Vietnam. Caratterizzata da luoghi molto affascinanti, come pagode, siti storici e animati mercati, Saigon regala sempre tantissime emozioni a chiunque si appresti a visitarla; la zona vecchia della città è collocata nella zona di Dong Khoi ed è caratterizzata dalla presenza di edifici moderni e case coloniali francesi. Tra le attrazioni principali della città c’è il Museo di Ho Chi Minh City, anticamente noto come Palazzo di Gia Long: qui sono conservati numerosi reperti e oggettistica che raccontano la storia di Saigon, concentrata in particolare nel periodo della lotta per l’indipendenza. Nel centro di Dong Khoi sorge inoltre la Moschea Centrale di Saigon, un meraviglioso edificio blu e bianco immerso in un’autentica oasi di pace.

SAPA
Un paesaggio spettacolare fa da sfondo a questa meravigliosa cittadina, molto affascinante anche se spesso invasa dalla nebbia; Sapa si affaccia su terrazza di riso coltivate dai locali, organizzati in tribù di montagna che, a volte, raggiungono le strade della cittadina e la riempiono di colori; i membri di questi gruppi si sono trasformati, nel corso degli anni, in abili commercianti che propongono i loro prodotti e trattano affari. Una delle attrazioni principali di Sapa è il vivace mercato, che di sera si trasforma in un luogo d’amore, dove i locali si recano per cercare una compagna. Partendo da Sapa è possibile recarsi nei villaggi vicini per osservare lo svolgimento della vita quotidiana, che scorre lenta e pacata.

Un viaggio, un’esperienza

DAL VIETNAM AL LAOS

13 giorni / 11 notti - dal 01 maggio al 30 settembre I diversi tour Travel Experience in Indocina ti porteranno alla scoperta dei siti patrimonio dell'Unesco.  ...
visita l’offerta
Da non perdere